Tracce di pellicola da film sulla costa di ponente

 15,00  13,50

di Andrea Rompianesi
Prosa creativa – pp. 80
Collezione di scritture extra ordinarie “Fuoricollana” n. 89

Anno di pubblicazione: 2022

ISBN: 9788872328231 Categorie: , , Autori:

Davvero le tracce tangibili, a cui accenna il titolo di questo libro, ci parlano della sosta in un luogo di mare; evento rappresentato da giornate estive che disegnano ciò che caratterizza questa specifica ambientazione. Chi scrive osserva, registra, riflette sulle piccole manie e sui ritmi abituali che si trasformano in una chiave di lettura per interpretare i nostri gesti e le nostre fragilità. Il luogo di mare, poi, diventa ideale teatro della descrizione di un contesto pervaso da un intreccio di estenuazione e piacevolezza inesauste che intridono i comportamenti sulla soglia di una certa levità. Allora la risposta verrà anche dal rifugiarsi nel vertice opposto, in un pensiero che trova nell’approccio filosofico la via che permette la svolta. Tracce di pellicola da film sulla costa di ponente è un quadro che al posto dei colori utilizza le parole per comporci tempi in cui l’osservazione leggera, ironica e critica si coniuga con spunti di riflessione profonda. Fino a che sentiremo, di quei momenti, la traccia ripetitiva e monotona ma anche tutta la vivida suggestione della nostalgia.

Andrea Rompianesi è nato nel 1963 a Modena; si è laureato in Filosofia all’Università di Bologna, approfondendo l’àmbito della letteratura italiana contemporanea. È del 1986 Orione, il suo primo libro, súbito apprezzato tra gli altri da Luciano Anceschi, Paolo Ruffilli, Raffaele Crovi, Valerio Magrelli. È stato operatore culturale ed editore e svolge un’intensa attività critica con recensioni e interventi. Ha pubblicato varie opere in poesia e in prosa. Risiede attualmente in provincia di Novara.

——————————————

Tu non sai, mi dice il sosia di Jack, quanto desideravo vivere su questa costa; su questa piccola porzione di costa. A ponente, dove il litorale crea un’insenatura, una baia quasi, disertata dalle meduse; protetta dai repentini cambi di umore del clima. Qui l’apertura del mare concede la tregua, lenisce il dolore; non promette necessariamente un esito, ma regala il piacere della resa, quella che sta esattamente nel mezzo della scelta.

Altri libri suggeriti